Capodanno 2000

(ci fu ,in quell’occasione, l’accanita diatriba per stabilire se il 2° millennio finiva alla fine del 2000 o alla fine del 2001)

Tutto il mondo, stasera, s’accanisce
sul problema, abbastanza origginale,
de sapé se er millennio, poi, finisce,
o dovremo aspettà n’altro Natale.

Io nun capisco ‘sta preoccupazione,
che , a quanto pare, tutti quanti ci hanno,
de stabbilì co’ tanta precisione
la data esatta de ‘sto Capodanno!

No pe’ polemizzà; scusa se inzisto,
ma a me me pare un dubbio un po’ cretino
se, come sembra, poi, Gesù Bambino,
è nato verso er sette avanticristo!

Ma allora un artro dubbio te viè in mente:
è che tutti i pretesti sono boni
pe’ fa spende più sordi a tanta gente
e prendere per culo gli imbocconi!

Dice: “quest’anno s’entra ner duemila;
famo quarcosa de straordinario:
Pariggi, Nuovaiorche e poi Manila,
così, girando contro ar fuso orario,
potremo raccontare, e senza inganno,
d’avé fatto tre vorte Capodanno!

E ogni vorta quarcosa de speciale,
senza penzare a lesinà li sordi:
champagne, ostriche crude, caviale:
gran vita, balli esotici e bagordi!”
All’arba der duemila, è naturale,
se svejeranno come dei farlocchi:
senza ‘na lira, co’ le borze all’occhi,
ed una grossa crisi esistenziale!

Noi, invece, molto più semplicemente,
ce mangiamo lenticchie e cotechino
innaffiati da un buon bicchier di vino,
co’ pochi amici… amici veramente!

Ruggero, 31 12 1999

Ingegnere, scrittore…